Mondi in movimento. Dal nomadismo delle origini a quello globale

11 Ugo Fabietti

Mondi in movimento. Dal nomadismo delle origini a quello globale

€ 3.00
Sabato 23 Maggio 2015 16.00
piazza dello Spirito Santo 1

Il movimento rappresenta un elemento costitutivo dell’esperienza umana che ha, nel nomadismo di alcuni popoli asiatici, l’icona del nostro immaginario. Dal neolitico ad oggi, il nomadismo ha attraversato profonde trasformazioni, e ha anche rappresentato una forma di esistenza interconnessa con quella che è la sua dimensione “speculare”: la sedentarietà, l’occupazione del territorio in forma stabile, la permanenza degli insediamenti e dei mezzi produttivi. Oggi il nomadismo è in declino – spesso visto con sospetto e disprezzo dalle popolazioni stabili e dalle loro istituzioni – questa forma di vita scompare e con essa un’altra possibilità di scegliere il proprio modo di abitare ed “essere nel mondo”. Sopravvive nella scelta degli “spiriti nomadi”: desiderio di libertà e di fuga, fantasie esotiche, o, in scelte che sono nella maggioranza dei casi obbligate, come le migrazioni dovute alle persecuzioni, alla povertà, alla violenza e alla guerra.


Video

Audio

Download

Ugo Fabietti è professore di Antropologia culturale all’Università Bocconi e all’Università degli Studi di Milano Bicocca, dove coordina il Dottorato in Antropologia culturale e sociale del Dipartimento di Scienze Umane. Dopo una prima esperienza sul campo trai beduini nomadi del deserto del Gran Nefud (Arabia Saudita), ha compiuto ricerche nel Pakistan del sud-ovest. Autore di articoli e di libri sul nomadismo, si è occupato anche di problematiche inerenti alla storia e alla struttura epistemologica dell’antropologia. Dirige la collana Culture e Società per Raffaello Cortina Editore, tra i suoi lavori più recenti: Dal tribale al globale (con R. Malighetti e V. Matera, 2012), Culture in bilico. Antropologia del Medio Oriente (2012) per Bruno Mondadori; L’identità etnica. Storia e critica di un concetto equivoco (Carocci, 2013); Materia sacra. Corpi, oggetti, immagini e feticci nella pratica religiosa (Raffaello Cortina, 2014).

Scarica la App dei Dialoghi

Home