Raccontare l'altro: Joseph Conrad

12 Emanuele Trevi con Fabrizio Gifuni

Raccontare l'altro: Joseph Conrad

€ 3.00
Sabato 29 Maggio 2010 21.00
piazza del Duomo 1

Potenti simboli dell’alterità sono disseminati in tutta l’opera di Conrad e, se è vero che tutta l’umanità, di fronte alle questioni ultime, può dirsi simile, ciò non toglie che all’interno di ogni singolo individuo (di ogni altro), ci sia un confine oltre il quale nulla è prevedibile, dove una tenebra fitta, come quella di una foresta tropicale, si stende sulla luce della ragione e sulle pretese della civiltà. Quella di Conrad è dunque, nella sua più intima essenza, una superba galleria di individui, scolpiti nella loro irripetibile singolarità. L’incontro di razze e culture diverse può generare mirabili paradossi come quello del racconto Karain, del 1897, dove i bianchi finiscono per comportarsi come veri e propri stregoni mentre il fiero pirata asiatico, una specie di Sandokan privo del suo Yanez, patisce del più occidentale e borghese dei mali: la depressione. Letture di Fabrizio Gifuni e commento di Emanuele Trevi.


Video

Audio

Download

Emanuele Trevi, scrittore e critico letterario, ha tradotto e curato classici italiani e francesi e collabora con il Corriere della Sera e con il manifesto. Tra le sue opere: I cani del nulla (Einaudi, 2003); Senza verso. Un’estate a Roma (Laterza, 2004); Il libro della gioia perpetua (Rizzoli, 2010); Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie, 2012, finalista Premio Strega 2012 e European Prize for Literature 2012); Il popolo di legno (Einaudi, 2015); Sogni e favole (Ponte alle Grazie, 2019).
E' il vincitore del Premio Strega 2021 con Due vite (Neri Pozza, 2020).
A settembre, in occasione del festival, uscirà Viaggi iniziatici. Percorsi, pellegrinaggi, riti e libri (UTET - Dialoghi sull’uomo, 2021).

Fabrizio Gifuni è uno degli attori più affermati del panorama teatrale e cinematografico italiano. Ideatore e interprete di lavori teatrali, fra cui il pluripremiato progetto Gadda e Pasolini: antibiografia di una nazione, regia di Giuseppe Bertolucci (Premio Ubu 2010 come miglior spettacolo e miglior attore dell’anno). È stato protagonista al Piccolo di Milano di Lehman Trilogy, ultimo capolavoro di Luca Ronconi, e di Freud o l’interpretazione dei sogni, regia di Federico Tiezzi. Al cinema e in televisione, quasi quaranta i titoli, ha collaborato fra gli altri con G. Amelio, M.T. Giordana, L. Cavani, E. Winspeare, P. Virzì, M. Bellocchio. Fra i suoi riconoscimenti più significativi: Rivelazione europea al Festival di Berlino e Globo d’oro della stampa estera (2002); Nastro d’argento (2003, 2014); Premio Gianmaria Volonté (2012); David di Donatello, Premio Vittorio Gassman e Premio Napoli per la lingua e la cultura italiana (2014).

Scarica la App dei Dialoghi

Home