Premio Internazionale Dialoghi sull’uomo

Il Premio Internazionale Dialoghi sull’uomo, quest’anno alla sua quarta edizione, è stato assegnato a Claudio Magris nell’ambito della dodicesima edizione del festival di antropologia Pistoia - Dialoghi sull’uomo, con la seguente motivazione:

Con orgoglio ed emozione il festival di antropologia del contemporaneo di Pistoia consegna quest'anno il Premio Internazionale Dialoghi sull'uomo a Claudio Magris, intellettuale europeo e cittadino del mondo, di cui è stata autorevolmente sottolineata in questi anni l'“identità plurale”, che gli ha guadagnato grandissima fama come lucido testimone della nostra epoca alla deriva. Insigne germanista, originale e grande scrittore, intenso e commovente drammaturgo, poliedrico saggista con forte caratura etica che si esprime anche negli interventi giornalistici, fine traduttore, appassionato e instancabile viaggiatore, Magris rappresenta al meglio l'immagine plurale della letteratura europea. In un’epoca in cui muri e confini anziché dissolversi rinascono subdolamente, Claudio Magris, con i suoi scritti e con il suo impegno intellettuale, testimonia costantemente l’importanza del dialogo come strumento primo della convivenza. «Dialogare significa mettersi in gioco. Si dialoga veramente se, pur amando e difendendo appassionatamente le proprie idee, non si è presa a priori la decisione di avere ragione», così dice Claudio Magris in una conversazione con il premio Nobel Mario Vargas Llosa.

Il riconoscimento, conferito a una figura del mondo culturale che con il proprio pensiero e lavoro abbia testimoniato la centralità del dialogo per lo sviluppo delle relazioni umane e contribuito a migliorare il dialogo e lo scambio interculturale, in Italia e nel mondo, nel 2017 è stato assegnato allo scrittore israeliano David Grossman, nel 2018 al drammaturgo e saggista nigeriano Wole Soyinka, Premio Nobel per la Letteratura nel 1986, e nel 2019 alla fisica ed economista indiana Vandana Shiva.

 

 

 

Scarica la App dei Dialoghi

Home